Testimonianze

Diverse testate hanno notato il lavoro de "Le fate della Nanna": Il Giornale,  Io e il Mio Bambino, Nostro Figlio e anche alcuni volti noti:

Potete leggere le storie recenti di altre persone che ora sono tornate a far dormire i loro bambini.

"Dopo più di due anni di notti insonni ho iniziato a perdere la pazienza coi miei figli (cosa per me quasi impossibile), e soprattutto con mio marito, che puntualmente ogni notte
riempivo di insulti poiché la pazienza era a zero.

Ho avuto paura di me stessa, non mi riconoscevo proprio più. 

Una sera però, complice il destino evidentemente, Facebook mi ha messo di fronte ad un articolo intitolato “La nanna non ha prezzo” in cui si nominava Rondine, che già dal nome mi faceva simpatia.. :-)

Ecco, era arrivato il momento giusto."

Chiara, mamma di Lavinia e Lorenzo. Leggi la sua storia.

"Con Rondine a casa sembrava tutto più semplice, capire Andrea per me non è mai stato naturale. Quando si fa un figlio, dovrebbero fornire anche il libretto di istruzioni.

Ogni giorno per più di un mese ho mandato a Rondine il report giornaliero di come andava. Quanti dubbi, quante domande, puntualmente riversati su di lei e lei, appena poteva, pazientemente mi rispondeva o mi richiamava.

Rondine ha aiutato Andrea attraverso la sottoscritta, mi ha fornito quegli strumenti che utilizzati in modo corretto, hanno permesso al mio bambino di imparare a dormire. Ora ha quasi sei mesi e dorme dalle ventuno e trenta alle sette del mattino. Non smetterò mai di ringraziarla."

Debora, mamma di Andrea. Leggi la sua storia.

"Ci sono stati dei periodi in cui abbiamo avuto delle regressioni a causa di febbre, denti o periodi particolari, ma ormai sapevamo come intervenire e ci rimettevamo sulla buona strada.

Sì perché la cosa bella del percorso con Rondine, è che capisci che le abitudini non funzionali le dai tu genitore a tuo figlio/a, che è il tuo comportamento che crea un’abitudine sbagliata. I bimbi quando nascono non sono già “imparati”, fanno quello che tu gli insegni o che gli proponi come esempio. Loro sono come spugne, pronti a impregnarsi in pochissimo tempo. Più sono piccoli e meno tempo ci mettono a modificare le loro abitudini, ma anche da grandi con un pochino più di impegno e pazienza, da parte del genitore si intende, ti stupiscono per come cambiano nel giro di soli tre giorni.

Cristina, mamma di Lavinia. Leggi la sua storia.

"Rondine ci ha presi per mano e ci ha guidati a essere due genitori più consapevoli. Ci ha indirizzati in questo viaggio, questo casino meraviglioso in continua evoluzione, dandoci gli strumenti per essere (o per diventare piano piano) le guide di nostra figlia. Perché semplicemente la maggior parte dei genitori questi strumenti non li hanno. Perché i loro genitori non li avevano e via via all'infinito. Non è colpa di nessuno. L'unica colpa sarebbe andare avanti a caso, scegliere di fregarsene pur consapevoli che questi strumenti sono a nostra disposizione.

Al di là dei piccoli o grandi problemi specifici, tutto si basa sul fatto che finché non staremo bene noi genitori, non potranno stare bene i nostri figli. Finché resteremo figli prima che papà e mamma, non potremo mai essere guide. Saremo guidati dal caso, dalla fortuna, e faremo crescere i nostri figli in una confusione totale. E al posto che essere un casino meraviglioso, sarà un inferno. Per tutti."

Martino, papà di Mirtilla. Leggi la sua storia.

"Spesso da madri, soprattutto da madri pediatre, si cerca di fare tutto da sole, di non chiedere aiuto perché “sappiamo noi cosa è meglio per i nostri figli”, ma avere un parere esterno di una persona esperta che vede il problema lucidamente è indispensabile. Nessun libro di medicina ti spiega come affrontare situazioni di vita quotidiana come questa.

In una settimana non solo è cambiato lo schema dell'addormentamento della mia bambina, ma la qualità della vita di noi genitori è migliorata: abbiamo qualche ora da dedicare al rapporto di coppia e a noi stessi."

Irene, mamma di Ilaria. Leggi la sua storia.